Le verità nascoste sul Covid19 che nessun media ha mai avuto il coraggio di raccontarvi…
comunicazione, cultura & società, news

Le verità nascoste sul Covid19 che nessun media ha mai avuto il coraggio di raccontarvi…

Covid19 seconda ondata, i media occidentali non fanno altro che terrorizzare la popolazione con dati costantemente in peggioramento riguardo al numero di contagi nelle nostre città. Senza specificare che stavolta, a differenza di marzo - aprile scorso, il numero di tamponi fatti è incommensurabilmente superiore rispetto ad allora.
Allarmismo ingiustificato?
A mio avviso si e ve lo spiego in questo articolo.

Chiuso ed archiviato il capitolo estate 2020, l’occidente sta vivendo da tempo una vera e propria guerra che non è più solo clinica, ma soprattutto mediatica.

Si parla di covid19 ovunque senza sosta dal web alla radio. Tutte le trasmissioni ne parlano da febbraio. Mai una digressione al tema nei telegiornali.

Siamo tutti terrorizzati da questa fobia pandemica fuori controllo che ha travalicato qualsiasi limite della ragione umana e del buon senso giornalistico.

Di notizie negative in arrivo dalla Cina, punto da cui tutto ebbe inizio a fine 2019, di covid19 non vi è voce. Dalla Russia? Tutto tace.

E dire che la Cina non è il paese di Roncofritto: almeno 1 focolaio a Uhan ditemi che esiste vi prego!

L’economia cinese, ad ottobre 2020, ha 0 problemi, anzi, è più forte che mai: il Pil registrato nel 3 trimestre segna un +5% ! Una crescita da far impallidire tutta l’eurozona e gli Stati Uniti…

E possibile che iIl covid19, li, non abbia lasciato traccia, quando tutti i giorni in Europa, dove i livelli di igiene sociale non sono certo equiparabili ai cinesi, sui nostri notiziari assistiamo a dati sconfortanti h24? Questo è il primo aspetto che fa riflettere.

Il secondo, misterioso: il fatto che nessun politico o figura di potere nel mondo occidentale è morto di covid19. Sono scomparsi scrittori, musicisti, poeti, cantanti, il papà di Totti, migliaia di anziani ricoverati nelle case di cura, in parte a causa di patologie pregresse. Vi risulta che ci sia stato 1 politico italiano morto di covid19?

Ma parliamo di Trump perché è l’emblema della costruzione mediatica covidiana.

Trump si ammala di covid19 casualmente nel bel mezzo della sua campagna elettorale. Quale opportunità migliore di infettarsi, se poi è vero, con la sindrome top del momento così da gravitare l’attenzione dei media statunitensi? Sta in ospedale 3 giorni, Trump. Superman ne avrebbe fatti almeno 5 intubato. Ma Trump non è Superman. Gli americani adorano un presidente macho come Trump. Stiamo parlando sempre di covid19 o di un copione di un film hollywoodiano?

Un virus, se fosse così letale, lo sarebbe con tutti, senza distinzioni di razze, classi politiche e status sociale. Un virus non lo si comanda a proprio piacimento.

Il terzo aspetto riguarda la diseguaglianza sociale generata con raziocinio dal lockdown. Costringendo al lockdown forzato un paese dietro al capro espiatorio di un virus, si mette a repentaglio la salute dei suoi cittadini, sia fisica che economica. Perché lo Stato, così come è stato lesto nel bloccare gli imprenditori, le partite iva, i ristoratori, non ha mai sospeso gli stipendi ai dipendenti pubblici?

Gli indizi portano tutti alla medesima conclusione…

Che la parte che più conta nel mondo ha già l’antidoto, lo ha da mesi, e che intorno a questa assurda farsa del virus letale si stanno ormai diradando le nebbie.

L’economia mondiale non cresce essendo satura di merce. Tutti i settori produttivi sovra abbondano di offerta e la domanda è debole.

Le lobby non registrano i profitti di un tempo, troppe poltrone sono occupate dai soliti, ed i prezzi per fare nuovi investimenti sono dannatamente alti ovunque. E’ tutto molto compresso, statico, stagnante.

Come fare a rimescolare le carte in poco tempo e generare nuovo valore? Occorre abbassare il livello dell’economia in generale introducendo nel sistema un evento imprevedibile e funesto, come una guerra, ad esempio, ma innovativa, di tipo batteriologico. Un evento che può essere amplificato e supportato facilmente grazie alla rete mediatica globale.

Le importanti lobby capitalistiche occidentali hanno commissionato ai laboratori cinesi la sintetizzazione di un virus, letale si, ma al punto giusto.

Hanno scelto di inoculare questo batterio con l’obbiettivo di mettere in ginocchio a livello planetario la classe media che è anche la più pericolosa, quando si tratta di salvaguardare i poteri forti, a causa della sua mobilità dal basso all’alto.

La dark economy fa incetta delle risorse nei momenti di crisi economiche sistemiche come è quella attuale. Non le interessa una equa distribuzione del reddito: aspira a crescere approfittando delle debolezze altrui, rilevando velocemente e sottocosto interi flussi economici, latifondi, proprietà, impadronendosi di centri di potere.

E’ così, grazie all’eccezionale apporto di governi centrali, amministrazioni periferiche, media, virologi, epidemiologi, analisti, complice un virus poco più forte di quello di una comune influenza a far paura, si tiene sotto scacco l’intera popolazione.

Tutto pianificato nelle alte sfere lobbistiche ed accettato a mani basse da questo asintomatico delirio sociale così brutalmente “mascherinizzato”, persuaso che la piaga del 21 esimo secolo abbia veramente un nome: covid19.

Follia pura, più che la mascherina ci hanno messo il bavaglio.

Hai Bisogno di supporto per la tua Azienda?

Cliccando sul pulsante "Invia Richiesta" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali al fine di ricevere una risposta alla richiesta, come indicato nella Privacy Policy.

Newsletter

Call Now ButtonChiama ora
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram